logo_3.fw.png

NewsLetter

Isciviti alle nostre newsletter
Privacy e Termini di Utilizzo

Effettua il Login per visualizzare correttamente gli allegati

Nullo l'Avviso di Addebito INPS emesso in pendenza del giudizio afferente al prodromico Accertamento dell'Agenzia delle Entrate. 

Giurisprudenza | n. Allegati n.d. | Avv. Giuseppe Chiaramonte

L'art. 24, co. 3 del D.Lgs. n. 46/'99 dispone testualmente che "Se l'accertamento effettuato dall'ufficio è impugnato davanti all'autorità giudiziaria, l'iscrizione a ruolo è eseguita in presenza di provvedimento esecutivo del giudice". 

La ratio della suddetta disposizione è quella di precludere radicalmente le iscrizioni a ruolo (ed i giudizi che ne possono derivare) qualora sia pendente un giudizio avverso l'accertamento presupposto. 

Come sancito, poi, dalla Suprema Corte di Cassazione, la portata applicativa della summenzionata norma comporta, quale diretto corollario, la sua applicabilità anche all'ipotesi in cui l'impugnato accertamento cui la norma si riferisce, non sia solo quello previdenziale, ma anche quello operato da altro ufficio pubblico come l'Agenzia delle Entrate, in quanto lo stesso si riverbera sul debito contributivo. (Cfr. Cass., sent. 09.04.2017, n. 8379)

Del resto, la natura di "impugnazione-merito" del processo tributario, determina la definitiva sostituzione della sentenza rispetto all'Avviso di Accertamento, quale titolo "mediato", ma assolutamente indispensabile, della riscossione.

Un principio di tal guisa è ravvisabile nella sentenza della C.T.P. di Milano, Sez. XVIII, resa in data 20.01.2012 che può essere così massimata: "L'accertamento del diritto dell'Amministrazione all'esame dei tributi, nel momento in cui sia stato sub iudice e si ancori, conseguentemente, a una sentenza, trova fondamento in un provvedimento giurisdizionale e non rientra più nell'ambito dell'art. 25 del D.P.R. n. 602/73 ma in quello dell'art. 68 del D.Lgs. n. 546/92, ai sensi del quale è la sentenza il presupposto che legittima l'iscrizione a ruolo della somma giudizialmente accertata".

Quindi, ed in estrema sinstesi, venendo meno quella base imponibile comune fra i due contesti (fiscale e previdenziale) viene meno per l'appunto il fondamento della dualità degli accertamenti relativi alla predetta base imponibile.

In tali ipotesi, l'iscrizione a ruolo del credito previdenziale deve pertanto ritenersi illegittima con declaratoria di insussistenza del diritto dell'Inps a procedere in via esecutiva al recupero dei crediti contributivi.

Avv. Giuseppe Chiaramonte

____ 

Ti ricordiamo, gentile utente, che le sentenze ivi allegate sono di libera fruizione, previa iscrizione gratuita al sito. Pertanto, se non sei ancora registrato clicca QUI

23
Mag
Napoli
Data: 23 Maggio 2018, 09:30
Scuola di Alta Formazione e Specializzazione Professionale in Diritto Tributario - Corso Appello

25
Mag
Reggio Calabria
Data: 25 Maggio 2018, 09:30
Scuola di Alta Formazione e Specializzazione Professionale in Diritto Tributario

30
Mag
Bari
Data: 30 Maggio 2018, 09:30
Scuola di Alta Formazione e Specializzazione Professionale in Diritto Tributario - Corso Appello

01
Giu
Grand Hotel Baia Verde
-
Aci Castello
Data: 01 Giugno 2018, 09:30
Scuola di Alta Formazione e Specializzazione Professionale in Diritto Tributario

06
Giu
Cagliari
Data: 06 Giugno 2018, 09:30
Scuola di Alta Formazione e Specializzazione Professionale in Diritto Tributario (Formula Breve)